FoxLingo Translator è un componente aggiuntivo di Firefox, che appare proprio come una barra degli strumenti in Forefox, è in grado di offrire una serie di funzioni, come la traduzioni di termini, di intere pagine web, le ricerche dalle enciclopedie. In questa guida troverai alcuni consigli utili per installare e utilizzare FoxLingo Translator.

Un “plug-in”, definito anche “componente aggiuntivo” è un software che non funziona da solo, ma necessita di essere affiancato ad un software base (programma principale) del quale estende le funzioni. In questo modo, ilsoftware principale, più ricco di funzioni, è in grado di funzionare in modo migliore e di soddisfare le esigenze di più utenti. È questo il caso di FoxLingo Translator.

Scarica FoxLingo Translator collegandoti al sito www.mozilla.org e cliccando sull’icona diFirefox. Nella schermata successiva, clicca su “Personalizzazione” (in alto adestra) e poi sui “Visualizza tutti i componenti aggiuntivi” (in basso a destra, sotto l’icona che raffigura un pezzo di puzzle di colore verde). Poi, vai sulla voce “Categorie” (a sinistra) e clicca su “Supporto lingue”: in questa sezione troverai tutti i componenti aggiuntivi di tipo linguistico.

Tra i vari componenti aggiuntivi, dovrai cercare FoxLingo: essendo quello più ricercato, molto probabilmente si troverà in cima alla schermata; altrimenti, cercalo nell’elenco dei plug-in più votati o in quello dei più scaricati. Quando avrai trovato il link che si riferisce a FoxLingo, cliccaci sopra e ti si aprirà la pagina relativa.

Ora, dovrai cliccare sulla funzione “Aggiungi a Firefox” (icona verde): ti si aprirà una nuova finestra; clicca su “Installa” e avvia così il download. Al termine, ti apparirà il messaggio “Riavviare Firefox per completare le modifiche”. Clicca su “Riavvia Firefox” e poi nuovamente su “Riavvia”. Il secondo avviso di “Riavvia” potrà essere eliminato, per il futuro (quando cioè vorrai installare altri plug-in), mettendo la spunta su “Non avvisare più in futuro”.

A questo punto, dopo il riavvio, le finestre di Firefox aperte si chiuderanno tutte e poi si riapriranno automaticamente.Dopo la riapertura, si avvierà un’altra procedura di installazione, che ti permetterà di scegliere le impostazioni preferite. Se vuoi che FoxLingo proceda alla traduzione in lingua italiana, lascia invariati i parametri già presenti e clicca su “Avanti” e poi su “Fine”.In caso contrario, clicca su “Avanti” e poi, dal menu a tendina, scegli lalingua che ti interessa e poi clicca su “Fine”, completando l’installazione.

Ora che l’installazione è completata, troverai in Firefox una nuova barra degli strumenti che, tuttavia, puoi anche rendere “invisibile”: sarà sufficiente cliccare su “Visualizza”, poi su “Barra degli strumenti” ed infine su “Foxlingo – barra di Foxilingo”, mettendo o togliendo il segno di spunta. Ora, potrai cominciare ad utilizzare FoxLingo Translator come meglio credi.

Clicca sul tasto FoxLingo (icona colorata a sinistra della barra) e poiclicca su “Opzioni”. Ti si aprirà una finestra con diverse schede:”Principali”, “Aspetto”, “Traduzione da”, “Traduzione in”, “Traduzioni”. Nelle schede intitolate “Traduzione da” e “traduzione in”, ad esempio, potrai scegliere le lingue (tra quelle disponibili) da cui tradurre o in cui tradurre. Volendo, potrai spuntare la casella “Aggiungi/togli tutte”: in questo modo,però, sovraccaricherai il menu, mantenendo anche lingue che sai già che non userai mai. Al termine delle scelte, clicca su “ok”.

Nella casella a sinistra sulla barra, inserisci il testo di cui desideri la traduzione. In alternativa, potrai limitarti ad evidenziare un qualsiasi testo in qualsiasi punto all’interno del browser; il testo, in modo del tutto automatico, sarà ricopiato nella casella e sarà tradotto. Se clicchi sulla piccola freccia situata accanto alla casella di ricerca della parola, potrai accedere all’elenco di tutte le parole che hai cercato precedentemente.

Nella barra, poi, trovi diverse funzioni, che ti consentono di accedere ad una pluralità di servizi. Se ad esempio clicchi su “Ricerca” (accanto alla casella in cui inserisci le parole), potrai avere accesso ad un menu (atendina) il quale, a sua volta, contiene altri sottomenu, che ti offrono unaserie di funzioni che ti consentiranno di scegliere le modalità di ricerca del termine su tanti dizionari o enciclopedie on-line.

Se, invece, clicchi su “Testo”, accederai direttamente alle lingue dipartenza, quelle che hai selezionato in precedenza cliccando sul tasto “FoxLingo”(a sinistra sulla barra) e poi su “Opzioni”. Per ogni lingua di partenza (“Traduzionida”), potrai scegliere una pluralità di lingue di destinazione (“Traduzione in”).Inoltre, come potrai notare, per ogni lingua esistono più voci, ognuna delle quali è legata ad un servizio di traduzione on-line che potrai utilizzare (“interTran”, “Google”, “WordLingo).

Se, poi, clicchi sul pulsante “Pagina web” (accanto a “Grammatica”, dopo “Testo” e “Dizionario”) potrai tradurre immediatamente una pagina web che hai appena aperto. Ricorda che anche in questo caso dovrai selezionare la lingua di partenza e poi quella di destinazione. Quando è stata effettuata la traduzione, clicca sul pulsante “Originale” per tornare, appunto, sul testo in lingua originale. Clicca su “Autotraduzione” (pulsante sulla barra, dopo “Paginaweb”) se vuoi tradurre la pagina web in lingua italiana.

Accanto al pulsante “Servizi” (dopo “Autotraduzione” e “Pagina web”) c’è un’icona che rappresenta un ingranaggio con un segno ” ” di colore verde:questo pulsante ti consente di accedere alla funzione della cd. “ricercatradotta”. Se clicchi sulla freccetta accanto al’icona, potrai scegliere la lingua di partenza e quella di destinazione. In questo modo, tutti i termini che cercherai nella lingua di partenza saranno tradotti nella lingua di destinazione, ancora prima di effettuare la ricerca. In sostanza, questa funzione vi consente di effettuare ottime ricerche su pagine redatte in una lingua che non conoscete: trovata la pagina che vi interessa, potrete tradurla interamente.

Per finire, analizziamo le due ultime icone (accanto a quella che rappresenta l’ingranaggio): la prima icona (evidenziatore) serve, appunto, ad evidenziare con un tratto giallo tutte le occorrenze della parola che stai cercando all’interno della pagina in cui sei. La seconda icona (foglio con lettera “A”), invece, ti consente di incollare l’ultima parola che hai cercato all’interno della casella in cui ti trovi (il che è utile specie se vuoi fare una ricerca con un servizio non compreso tra quelli utilizzati da FoxLingo).

Quando andiamo a redarre un documento con Excel, come ad esempio un prospetto o una tabella, spesso possiamo avere il bisogno di mettere in rilievo dei dati anche in corrispondenza del loro diverso valore o della loro diversa importanza. In questa guida ti mostro come fare utilizzando la funzione di formattazione condizionale di Excel 2007.

Per prima cosa vai ad avviare Excel 2007. Per farti capire meglio come funziona, in questa guida ho già inserito dei dati da utilizzare come esempio. Perciò una volta che anche tu avrai inserito i tuoi dati, vai innanzitutto a selezionare le celle sulle quali vuoi che venga applicata la funzione.

Ora devi andare a selezionare la scheda “Home” dal menù di schede orizzontale presente in alto e nella barra degli strumenti relativi a tale scheda che ti verrà mostra individua il box “stili” e al suo interno l’icona corrispondente alla funzione “Formattazione condizionale”, sulla destra della barra.

Cliccaci sopra e dall’elenco che ti viene mostrato scegli la voce “Barre dei dati” e poi dall’ulteriore menù vai a scegliere l’opzione che preferisci o che meglio si adatta al tuo foglio di lavoro. In questa guida ad esempio io ho utilizzato il colore azzurro per evidenziare i dati nelle varie celle.

Fatto ciò vedrai che i vari valori presenti nelle diverse celle verranno ad essere evidenziati in maniera diversa a seconda della loro entità. Nel momento in cui andrai ad inserire altri valori vedrai che stavolta a ogni cella corrispondente verrà applicata automaticamente la formattazione condizionale impostata prima.

In base alla legge, è possibile disdire gli abbonamenti prima della scadenza.
Per fare questo è però necessario seguire delle procedure precise.

In questa guida facciamo riferimento in modo specifico a Wind, spiegando in che modo effettuare la disdetta del proprio abbonamento.

Per quanto riguarda i cellulari, la soluzione più semplice è la portabilità.
Quando si vuole disdire l’abbonamento per passare a un nuovo operatore, basta contattare la nuova azienda e questa si occuperà della procedura.
La procedura non richiede quindi un impegno particolare.

Diverso è il caso in cui si abbia un abbonamento telefonico di linea fissa o un contratto per ADSL.
In questo caso, se si vuole cessare la linea, è necessario richiedere la disdetta a Wind.

Per fare questo basta scaricare questo modulo da questo sito e compilarlo con i propri dati.
Il modulo deve essere poi inviato tramite raccomandata all’indirizzo WIND Telecomunicazioni S.p.A. Servizio Disdette Casella Postale 14155, Ufficio Postale 65 20152 Milano allegando la copia di un documento di identità.

La disdetta ha dei costi.
In particolare, per la cessazione della linea è necessario pagare 65 euro.
Se invece si vuole fare la disdetta per passare a un altro operatore, il costo è 35 euro.

Risulta essere inoltre importante ricordare che è necessario restituire tutti i dispositivi ottenuti in comodato.

Per concludere, bisogna sapere che se il contratto è stato stipulato a distanza, come nel caso di contratti online, è possibile ottenere il recesso entro quattordici giorni senza costi.

Ti sarà capitato sicuramente di cercare qualcosa all’interno di una pagina web ma di faticare a trovarla. Molto probabilmente sarai a conoscenza della funzione Trova, che è presente non solo in Mozilla Firefox ma anche in Internet Explorer. Con questa guida imparerai a sfruttare al meglio questa funzione, che ha delle potenzialità che forse ancora non conosci.
Istruzioni

Per prima cosa, vediamo le funzioni di base. Quando hai bisogno di cercare una parola all’interno di una pagina web ti basta andare sulla Barra degli Strumenti, quella in alto con le scritte File, Modifica, Visualizza ecc., cliccare su Modifica, e successivamente su Trova. Cosi facendo ti si aprirà una barra di ricerca in basso, dalla quale potrai digitare la parola che cerchi. Se la parola è presente nella pagina, questa si evidenzierà, se invece non c’è, la parola diventerà rossa.

Un altro metodo è quello di usare le macro di Mozilla Firefox, ovvero dei comandi prestabiliti che diminuiscono i tempi. Se tieni premuto il tasto ctrl e di conseguenza premi la lettera F, ti si aprirà in automatico la barra di ricerca. Una volta digitata la parola, ti basterà tenere premuto nuovamente ctrl insieme a G per vedere se la parola ricercata è presente più volte nella stessa pagina.

Fino a qui forse non avrai imparato niente di particolarmente nuovo, ma Mozilla Firefox ha qualcosa in più rispetto agli altri browser: la funzione “Cerca nel testo quando si digita qualcosa”. Per attivarla è sufficiente cliccare sul bottone Strumenti nella Barra degli Strumenti, Opzioni, Avanzate, e nelle schede che appariranno nella finestra cliccare su Generale. A questo punto, sotto “Accessibilità”, spunta la casella con scritto “Cerca nel testo quando si digita qualcosa”. Ora premi OK.

Adesso quando avrai bisogno di cercare qualche parola sarà sufficiente digitarla, se la parola è presente si evidenzierà di verde nel testo, mentre se non è presente apparirà evidenziata di rosso in basso a sinistra. Per cercare la parola successiva è necessario premere ctrl G, esattamente come prima.
Un’ultima curiosità, se la parola evidenziata di verde è un link, ti sarà sufficiente premere Invio per aprirlo.

Se hai appena ultimato la creazione di un importante documento, un biglietto di auguri o una cartolina da spedire agli amici ma non sei del tutto soddisfatto del risultato ottenuto, allora prova a dare un tocco originale alle tue creazioni utilizzando dei caratteri di scrittura (font) diversi dal solito. Scaricarli gratuitamente ed installarli è un vero gioco da ragazzi.

Collegati sul sito Internet DaFont ed utilizza il riquadro con i bordi rossi che si trova nella parte alta della pagina per navigare attraverso le varie categorie dei font. Clicca quindi sul pulsante Download PC Mac OS X situato accanto all’anteprima del carattere di scrittura che intendi scaricare per far partire il download.

A scaricamento completato apri, facendo doppio click su di esso, l’archivio appena scaricato (nome del font.zip) ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi. Se utilizzi Windows Vista, seleziona con il pulsante destro del mouse i file con estensione “.ttf” estratti dall’archivio e seleziona la voce Installa del menu contestuale per installare i nuovi font nel tuo sistema.

Se utilizzi Windows XP, seleziona con il pulsante destro del mouse i file con estensione “.ttf” estratti dall’archivio e clicca sulla voce Copia del menu contestuale. Seleziona quindi Risorse del computer dal menu Start di Windows, recati nella cartella C:\Windows\Fonts, fai click destro in uno spazio vuoto della finestra e seleziona la voce Incolla del menu contestuale per installare i nuovi font nel tuo sistema.