La capacità di personalizzazione del panda rosso non hanno fine, sono decine le estensioni e i temi in grado di aggiungere funzionalità e di personalizzare la grafica del browser.

Chi molto del suo tempo in rete, saprà bene che orientarsi tra le schede aperte non è per nulla semplice, soprattutto quando esse sono un numero molto elevato.

FabTabs è un’estensione gratuita per Mozilla Firefox che rende più semplice la distinzione delle schede aperte, colorandole. Ma vengono colorate secondo quale criterio? Semplice: prendendo un piccolo screenshot della pagina visualizzata, e calcolando il colore più usato in quest’immagine, lo applica come sfondo alla scheda.
Dalla lista dei componenti aggiuntivi, cliccando sul pulsante Opzioni corrispondente a FabTabs avremo accesso alle sue impostazioni.

Colorare le schede in Firefox a seconda delle pagine visitate

Da qui, potremo modificare alcuni settaggi sul colore, insieme ad altre impostazioni relative alla visualizzazione in generale. Per esempio, spuntando la voce Only color the active tab solo la tab attualmente attiva sarà colorata, mentre le altre rimarranno grigiette.

Nel corso degli anni, il browser ha assunto un’importanza sempre crescente. Complici le innumerevoli applicazioni web e i servizi di ogni tipo, sempre più complessi e fruibili, per l’appunto dal proprio browser.

Oggi non si possono più contare le possibilità di personalizzazione del proprio browser, per adattarlo alla propria attività sul web nel migliore dei modi. Oramai non soltanto prerogativa di Firefox, che con i suoi plugin ed estensioni ha scritto un’importante pezzo di storia nel settore dello sviluppo browser: ora anche Chrome ed Internet Explorer, per non parlare di quelli non citati, promettono faville.

Ecco perchè effettuare un backup completo delle impostazioni del proprio browser è diventato fondamentale.

FavBackup, il software che vi presentiamo in questo post, consente il backup ed il successivo ripristino dei browser installati, siano essi Firefox, IE, Chrome, Opera o Safari. E’ possibile effettuare il backup di cookies, plugin, estensioni, cronologia, sessioni, quindi è possibile effettuare un salvataggio completo di ogni singola attività, ripristinando, comunque, solo alcune delle voci selezionate (es: solo plugin).

FavBackup è gratuito e non necessita di alcuna installazione. Le sole note che andrebbero implementate sono la possibilità di effettuare, con un solo click, il backup di tutti i browser installati, nonché di schedulare i backup ed effettuarli in automatico.

Gran parte dei lettori di certo conoscerà le ben nota funzione di AutoPlay (o AutoRun), presenti negli OS di casa Windows.

Mediante la funzione di AutoPlay, l’OS va ad analizzare automaticamente quanto inserito nel PC sfruttando sistemi rimovibili e dispositivi di varia natura (ad esempio le ben note penne USB, CD o DVD), scansionando il contenuto e, nella maggioranza dei casi, permettendo all’utente di scegliere quale programma avviare al fine di una più veloce visualizzazione o esecuzione.

Purtroppo, sebbene l’AutoPlay costituisca una funzione tanto utile quanto performante, al contempo è un valido canale di diffusione da parte di alcuni malware su postazioni di lavoro non protette o, in diversi casi, non equipaggiate di un buon antivirus (I migliori antivirus dello scorso anno).

Dunque, proprio per far fronte alla grave problematica appena menzionata, è notizia ufficiale dell’introduzione, da parte dell’azienda di alcune piccole modifiche riguardo la funzione di AutoPlay inglobata in Windows 7, così da offrire una maggiore sicurezza ed affidabilità a tutti gli utenti Microsoft.

Infatti, al fine di una maggiore protezione, la Microsoft, con il lancio del nuovo OS sul mercato, ha fatto in modo tale che, per impostazione di default, la funzionalità di AutoPlay non vada più a riguardare quelli che sono i dispostivi USB inseriti nel PC, consentendo solo ed esclusivamente l’esecuzione per quanto concerne CD e DVD, sperando in tal modo di ridurre le probabilità di avvio di programmi dannosi per la salute del proprio OS.

La maggioranza parte degli utilizzatori del sistema operativo, in particolar modo quella fetta d’utenza commerciale o inglobata nelle imprese, potrebbe sentirsi ancor più sicura e protetta se la tanto discussa funzionalità fosse completamente disattivata così da prevenire qualsiasi rischio.

Quindi, nel tentativo di ottenere un ulteriore sicurezza, potrebbe risultare consigliabile adottare alcuni piccoli e pratici accorgimenti così da salvaguardare il buon funzionamento del PC.

Il consiglio è dunque quello di modificare l’impostazione predefinita di AutoPlay recandosi prima su Start, successivamente su Pannello di controllo, poi su Hardware e Suoni ed infine cliccare sulla voce AuoPlay.

A questo punto togliere la spunta dalla casella “Utilizza AutoPlay per tutti i supporti e tutti i dispositivi” e confermare il tutto, o, in alternativa, andare ad impostare manualmente quelli che, a gusto personale, risultano dispositivi sicuri e avviabili automaticamente.

Molti di voi sicuramente si saranno chiesti se fosse possibile aprire i file con estensione .iso prima di masterizzarli, per verificarne l’integrità o il contenuto degli stessi.
Capita spesso infatti di scaricare una .iso da un programma p2p e notare dopo aver masterizzato il file che l’archivio era danneggiato e/o non corrispondeva alla vostra ricerca.

Il tutto è possibile utilizzando alcune semplici utility, quella che vi consiglio però di utilizzare è IZArc.
IZArc è un programma freeware (scaricabile da qui) che permettere di aprire qualsiasi tipo di archivio, come ad esempio .zip, .ace, .bin e i nostri amati .iso.
L’installazione è semplicissima: dopo aver scaricato il software fate partire l’installer, scegliete la lingua che più vi aggrada e selezionate le estensioni che il programma deve aprire (vi consiglio di selezionarli tutti per non avere problemi). Terminata l’installazione il vostro IZArc sarà da subito operativo e potete aprire facilmente i vostri archivi.

Nel panorama televisivo italiano un ruolo da protagonista ce l’ha sicuramente la televisione satellitare, quindi parlo di SKY, qui di seguito ti spiego come avvicinarti alle loro offerte abbonandoti online sul relativo sito web, potrai usufruire di condizioni davvero vantaggiose.

Per abbonarti a Sky tramite internet devi andare sul sito e poi premere “Per abbonarsi” oppure vai direttamente su questa pagina e subito dopo visualizzerai la schermata con la promozione o le promozioni del momento, di seguito potrai scegliere tra due opzioni

ABBONATI SUBITO, se hai già le idee chiare.

INFORMATI E ABBONATI, premendo su questo collegamento potrai cercare informazioni sui pacchetti disponibili.

Se selezioni ABBONATI SUBITO potrai immediatamente comporre l’abbonamento che preferisci, scegliendo tra i pacchetti Mondo, i pacchetti SKY, la tipologia di decoder e parabola (se ti serve), sulla destra della schermata vedrai il costo mensile dell’abbonamento e la quota di attivazione, quando hai fatto premi su “Prosegui”.

Ora dovrai inserire i tuoi dati personali: nome e cognome, tipo e numero di documento, codice fiscale, dopodichè inserirai il tuo indirizzo completo, dovrai accettare l’informativa sulla privacy, aggiungere il tuo codice IBAN bancario o i dati della tua carta di credito, se nella sezione del riepilogo è tutto corretto premi “Conferma ed entra in SKY” ed il gioco è fatto.

Se invece premi INFORMATI E ABBONATI potrai “sfogliare” tutto il catalogo con le varie offerte nel dettaglio, ma anche vedere un video con la relativa presentazione per ogni tipologia di pacchetto, una volta che avrai le idee chiare puoi premere “Componi il tuo abbonamento” e da qui in poi dovrai seguire le istruzioni presenti nel “Passo 2 e 3” di questa guida.

Per concludere, ricordiamo che per la disdetta è necessario rispettare determinati tempi e procedure. Per maggiori dettagli è possibile vedere questa guida sulla disdetta Sky pubblicata su questo blog in cui sono presenti i moduli da utilizzare.