Riser Project

Il WiFi è sempre più utilizzato anche nelle rete casalinghe.
Il motivo è semplice, offre numerose vantaggi rispetto a una rete con cavi.

Doversi collegare tramite cavo non è sicuramente comodo e limita notevolmente la mobilità.
Inoltre una rete con cavo può anche comportare limitazioni relativamente al numero di dispositivi che possono essere collegati contemporanamente.
Bisogna poi considerare l’impossibilità di utilizzare gli smartphone, una necessità per quasi tutti.

La rete WiFi è quindi comoda, non è però raro che si presentino problemi di lentezza.
Cerchiamo quindi di capire cosa risulta essere possibile fare in situazioni di questo tipo.

Iniziamo dal consiglio più semplice, riavviare il router.
Questa semplice operazione permette i svuoltare la cache e spesso risolve problemi temporanei che causano lentezza.

Un altro elemento da considerare è il posizionamento del router WiFi.
Questo dovrebbe essere posizionato in modo che il segnale possa coprire tutto l’edificio.
Il consiglio è quindi quello di trovare una posizione centrale e verificare che il segnale non sia ostacolato da pareti.

In alcuni casi le interferenze di altri dispositivi, come i telefoni cordless, possono rappresentare un problema.
Bisogna quindi evitare di mettere il router WiFi vicino a dispositivi che possono interferire con il segnale.

Se il problema di lentezza continua, è possibile provare a cambiare il canale di trasmissione.
Per modificare questo parametro, è necessario collegarsi al pannello di controllo del proprio router e individuare la relativa opzione.
Cambiare canale può essere utile se ci si trova in una zona in cui sono presenti molti router WiFi.
Questi possono infatti utilizzare tutti lo stesso canale, con conseguenti interferenze.

Se neanche in questo modo è possibile migliorare le prestazioni, è consigliabile pensare a un ripetitore WiFi.
Si tratta di dispositivi che permettono di estendere la propria rete e di raggiungere quindi quelle zone in cui il segnale è debole.
Relativamente alle caratteristiche dei vari modelli è possibile fare riferimento a questo sito sui ripetitori WiFi.
Il funzionamento è comunque piuttosto semplice, il ripetitore WiFi riceve il segnale dal router e lo replica, aumentando quindi la copertura.

Capita spesso a chi bazzica nel mondo dell’informatica che, a fronte di una formattazione o, magari, in seguito alle continue esortazioni di amici e parenti, ci si ritrovi a dover mettere mano alla propria postazione multimediale o, secondo le circostanze, a quella altrui, in modo tale da poter installare o reinstallare un dato gruppo di applicativi come nel caso del browser web più utilizzato, del lettore musicale preferito, del programma di grafica gratuito e via di seguito.

Andare alla ricerca delle varie applicazioni ed installare il tutto su PC di certo non costituisce un operazione complicata ma, senza ombra di dubbio, si tratta di una procedura decisamente scocciante, soprattutto se ripetuta con una certa frequenza.

L’unica soluzione, in questi casi, potrebbe essere quella di archiviare, magari su una chiavetta USB, i programmi di maggiore utilizzo così da poterli immediatamente richiamare al momento del bisogno.

Tuttavia la situazione può essere facilmente risolta e resa ancor più semplice ricorrendo all’utilizzo di un nuovo ed interessante servizio gratuito disponibile online.

Infatti, collegandoci al sito web di FreeApp sarà possibile costruire un pacchetto di programmi personalizzato il quale, una volta avviato, consentirà di installare tutta una serie di applicazioni precedentemente scelte in un solo ed unico click, così come se si trattasse di un unico software.

Il procedimento mediante cui costruire l’installer personalizzato è estremamente semplice poiché, una volta aperta la pagina web relativa al servizio non dovremo far altro che selezionare le applicazioni di maggiore interesse che si ha intenzione di includere nel pacchetto.

La raccolta degli applicativi, completamente gratuiti e destinati prevalentemente ad un utenza Windows, è vastissima e suddivisa per categorie così da poter far fronte alle più disparate necessità e permettendo quindi di individuare immediatamente ciò di cui si ha bisogno.

Una volta ottenuto l’installer, scaricabile semplicemente cliccando sull’apposito pulsante in bella vista con su scritto “Get Installer”, non dovremo far altro che eseguirlo sul PC in uso, indicare quella che sarà la destinazione finale dei programmi ed attendere dunque il completamento del processo d’installazione.

Oltre permettere di installare con facilità un dato gruppo di software, grazie all’installer ricavato da FreeApp sarà inoltre possibile controllare gli aggiornamenti relativi ai programmi inclusi nel pacchetto ed effettuarne rapidamente l’update.

In alcuni casi può essere utile convertire del testo in parlato: per esempio dobbiamo mettere della voce ad un video e non abbiamo un microfono per registrare la nostra, ecc. Da oggi, non avrete più problemi di questo tipo, grazie a vozMe.

VozMe è un’applicazione web già molto nota e molto usata, vozMe è un sito completamente gratuito che permette di convertire del testo in parlato e poi scaricarlo in formato mp3.

Il sito è completamente gratuito, per utilizzarlo dobbiamo solo entrarci e digitare il testo che vogliamo, diciamo così “tradurre” o convertire, se vogliamo possiamo scegliere tra una voce maschile e femminile, quindi, facciamo clic su “Genera l’audio”.
vozMe può convertire il testo in varie lingue, ovvero: italiano, inglese, spagnolo, hindi, portoghese e catalano.

L’applicazione offre anche altri vari servizi, come un gadget per iGoogle, oppure un widget per Facebook, o ancora un bookmarklet per il vostro browser. vozMe mette anche a disposizione plugin per i migliori CMS e piattaforme per blog (come WordPress e Joomla).

Questi plugin possono essere utili se volete permette ai vostri visitatori di ascoltare i post con la voce di vozMe, anche se la qualità, in alcuni casi, può risultare bassa.

Una cosa famosissima di Firefox è la possibilità di aggiungere addon, solo che ogni volta che dobbiamo aggiornare questi plug-in dobbiamo perdere del tempo facendo un paio di clicks e riavviare Firefox.

Update Notifier è anch’esso un addon che però ci fa risparmiare molto tempo, si installa come un normale plugin e il suo compito sta nel farci, come già detto, risparmiare tempo.

Infatti, quando esce un aggiornamento di un addon o anche di un tema Update Notifier ci chiede semplicemente e senza dare fastidio se vogliamo scaricare l’aggiornamento. Se rispondiamo di sì farà tutto il plugin, lo scarica e lo installa automaticamente facendonci risparmiare vari clic.
Dopodichè, l’addon riavvia anche Firefox, nelle prossime versioni di questo plugin forse non dovremmo neanche più riavviare il browser.

Il plugin è molto noto e piaciuto, basta guardare glii 80.000 download settimanali oppure anche i commenti.

La capacità di personalizzazione del panda rosso non hanno fine, sono decine le estensioni e i temi in grado di aggiungere funzionalità e di personalizzare la grafica del browser.

Chi molto del suo tempo in rete, saprà bene che orientarsi tra le schede aperte non è per nulla semplice, soprattutto quando esse sono un numero molto elevato.

FabTabs è un’estensione gratuita per Mozilla Firefox che rende più semplice la distinzione delle schede aperte, colorandole. Ma vengono colorate secondo quale criterio? Semplice: prendendo un piccolo screenshot della pagina visualizzata, e calcolando il colore più usato in quest’immagine, lo applica come sfondo alla scheda.
Dalla lista dei componenti aggiuntivi, cliccando sul pulsante Opzioni corrispondente a FabTabs avremo accesso alle sue impostazioni.

Colorare le schede in Firefox a seconda delle pagine visitate

Da qui, potremo modificare alcuni settaggi sul colore, insieme ad altre impostazioni relative alla visualizzazione in generale. Per esempio, spuntando la voce Only color the active tab solo la tab attualmente attiva sarà colorata, mentre le altre rimarranno grigiette.